Antonio Zago

Antonio Zago nasce a Bovolenta (Padova) nel 1944 – vive e lavora a Padova – Italia.

La sua prima personale è del 1968; dipinge alternando la professione di designer.

Dal 1990 si dedica esclusivamente al mestiere di pittore. Nei venticinque anni di esclusiva professione pittorica studia i maestri dell’informale: de Kooning, Pollok, Rothko e i maestri del linguaggio non figurativo dell’arte italiana del XX secolo Turcato, Vedova, Afro e Moreni. Dipinge cercando “la sua pittura” che trova camminando sotto i portici padovani riflettendo sulle graffiature che qualche ignoto lascia sugli intonaci degli edifici. Adotta e fa proprio il grattage che diventa l’essenza della sua ultima espressione pittorica, non come scrittura automatica ma eco dell’ascolto surrealista dell’inconscio.

 

Scrive Maria Cristina Ricciardi nella presentazione del catalogo per la mostra al Museo Michetti di Francavilla al Mare:

 

… Questa radice, di schietta area veneta, fondata sulla rinuncia sia all’approccio figurativo e neocubista, sia al modello dell’astrazione storica degli anni trenta, rappresenta il cardine strutturale della ricerca di Antonio Zago, che dimostra di aver assorbito coscientemente la lezione di eccezionali maestri impegnati a costruire delle immagini nuove che non presupponessero l’imitazione della realtà e che, al tempo stesso, non ricusassero una possibilità lirica connessa al piacere della materia e del colore, cioè ad un nuovo senso di identificazione poetica con la natura, in sintonia con un concetto “sentire e vivere” la vita. …

 

 

 

 

 

Opere in collezioni pubbliche

 

MUSEO ȚӐRII CRIŞURILOR

Oradea – Romania:

stella del mattino – acrilico su carta – cm 78×56 – 1990

 

MUSEO D’ARTE MODERNA

Santo Domingo – Repubblica Dominicana

morte a Baghdad – acrilico su carta – cm 131×198 – 1991

 

STAZIONE FERROVIARIA DI PADOVA

Padova – Italia

l’angelo del viaggiatore – acrilico su tela – cm 360×240 – 1996

 

PINACOTECA DI BARI

Bari – Italia

volo notturno di aquilini rossi – olio su tela – cm 150×150 – 1998

 

PINACOTECA DI FRANCAVILLA AL MARE

Chieti – Italia

apparizioni – olio su carta – cm 100×70 – 2007

 

PINACOTECA CORRADO GIZZI

Guglionesi (Cb) – Italia

senza titolo – olio su tela – cm 60×60 – 2006

 

PINACOTECA DI CASOLI DI ATRI

Teramo – Italia

visioni – olio su tela – cm 100×50 – 2007

 

MUSEO D’ARTE MEDIOEVALE E MODERA – MUSEI CIVICI DI PADOVA

Padova – Italia

qui, così … nero – cm 150×150 – 2009

 

 

 

Bibliografia

 

Ritorno di sogni lontani

Sandro Marini – Padova – Italia – 1982

 

Fiori di roccia

Pier Luigi Fantelli – Padova – Italia -1986

 

Fiori e bambini

Andrea Corsini – Padova – Italia – 1987

 

L’inquietante favola grafica di Antonio Zago

Andrea Corsini – Padova – Italia – 1987

 

Elegie Dominicane

Giorgio Segato – Padova – Italia – 1989

 

Sensi vietati

Giorgio Segato – Padova – Italia – 1990

 

Il gesto e il colore

Giorgio Segato – Padova – Italia – 1991

 

Emografia

Coriolan Babeti – Venezia – Italia – 1991

 

Tessuto dell’immagine, tessitura del tappeto

Coriolan Babeti – Venezia – Italia – 1992

 

Ritmie del cuore

Annalisa Orsato – Padova – Italia – 1995   

 

Diario del Pantano e la Neblina

Amable López Meléndez – Santo Domingo – Repubblica Dominicana – 1996

 

Gestualità segnico-primordiale

Carla Chiara Frigo – Padova – Italia – 1996

 

Nel giardino di Adamo

Annalisa Orsato – Padova – Italia – 1996

 

Territorio di fuoco interiore

Amable López Meléndez – Santo Domingo – Repubblica Dominicana – 2000

 

Abrazo de las flores

Sandro Marini – Padova – Italia – 2002

 

Dalla libido della Maria, un fiore

Leo Strozieri – Pescara – Italia – 2003

 

Lucientes

Sandro Marini – Padova – Italia – 2005

 

Cromosoma colore: continuità storica nella pittura di Antonio Zago

Maria Cristina Ricciardi – Chieti – Italia – 2007

 

La pittura abitata

Stefano Annibaletto – Padova – Italia – 2012

 

 

Zago