Walter Bernardi

Walter Bernardi risiede a Mel ( Belluno), dove è nato nel 1953. Frequenta negli anni Settanta una scuola di Mosaico Artistico a Venezia.

L’”informale”, “ il gesto e la materia”, e in generale l’espressionismo astratto che caratterizzano quel periodo artistico della città lagunare, sono le basi della sua formazione, che si evolverà in seguito in una più personale ricerca.

La tecnica del mosaico appresa in quegli anni, la passione per la pittura murale e qualche escursione nel “plein air”, retaggio dei giovanili approcci con la pittura, accompagnano negli anni la produzione principale, caratterizzata da una continua evoluzione suggerita dalle infinite possibilità della pittura astratta.

Negli anni Settanta entra a far parte del Gruppo Zed, negli anni Ottanta è tra i fondatori  del Gruppo artistico “ La Meridiana” tuttora operante anche quale promotore culturale nell’ambito bellunese.

Nella sua pluriennale attività ha partecipato a numerose mostre , fiere, scambi culturali sia in Italia che all’estero.

Negli anni Ottanta ha esposto, oltre che in diverse Gallerie di Belluno ( La botega de i pitori, Galleria al Borgo, palazzo Crepadona, Sala De Luca), anche a Treviso (Galleria d’ Arte Città di Treviso, Ca’ dei Carraresi), a Milano ( Galleria Sant’ Ambroes), a Modena ( Centro d’Arte Stieglitz).

Dopo aver inaugurato gli anni Novanta con una partecipazione all’ Arte Fiera di Bologna, il suo percorso lo conduce anche all’estero con mostre a Klaghenfurt (1991), Millstatt (1993), Berg im Drautal (1996) in Austria, a Saubens e Tolosa (1994) in Francia, a Montecarlo (1998).

Dal 2000 in poi è presente con la sua produzione sia in Italia, grazie a mostre a Firenze (Art Point Black, 2006), a Roma (Galleria Logos, 2008), e a Milano ( Galleria Zamenhof, 2009), che all’estero, al Dorf Museum di Rossaupten( Germania, 2006), all’Espace Miromesnil di Parigi (2006), all’Art Point222 di Vienna (2008), all’Arco de Santa Maria a Burgos (Spagna, 2010).

Tra le mostre più recenti si possono citare la Personale alla Galleria ARTTime di Udine nel 2011, l’ Esposizione permanente presso il Centro Unesco di Bologna, inaugurata nel 2011 e la partecipazione in “Matter & Soul”, allo Studio Ghagall di Milano nel 2012.

Sempre nel 2012 un’ esposizione negli spazi dell’ Edilcommercio di Belluno anticipa la partecipazione a Venezia, a Palazzo Zenobio, alla mostra “La via italiana all’ informale”.

La stessa mostra viene presentata al Palazzo della Racchetta a Ferrara, in concomitanza della presentazione dell’ omonimo volume edito dalla Giorgio Mondadori, alla Galleria Zamenhof a Milano e alla Rocca Viscontea di Lachiarella nel 2013.  Sempre nel 2013, mostra personale all’Asolo Golf Club di Cavaso del Tomba, “Omaggio a Francesco Guerra” alla Galleria Claudia Augusta a Feltre, ” Lorenzago Aperta” a Lorenzago di Cadore,   “Rosso di sera”  all’ AZ Color Paint di Pederobba (Tv). Il 2014 si apre con la riproposta de “La via italiana all’ informale”  alla Galleria 20 di Torino seguono la personale ” Cromatismi” a Villa Luisa Francesca a Montebelluna, mostra alla Galleria No Limits Flay di Rimini, “Tra ragione e sentimento” a Palazzo della Racchetta a Ferrara e al PalazzoRicci Oddi di Piacenza, ” World Wide Art a 360°” a SpazioEventArt  Pergine Valsugana e Hortus Artieti a Trento e ” Atlas Coelestis”, personale allo Spazio E di Milano.